02 ottobre, 2016

Ho creduto a me














"Il singhiozzo dell'anima nasce da un dolore nascosto,
tra i muri del cuore...dentro l'urlo interno placato con
lacrime amare ..il battito muore spezzato tra i confini
dei ricordi e quello della paura che verrà..Non esistono
parole per la sofferenza di una donna perché nessuno
le potrà scoprire fino in fondo ..tantomeno "lei"se non 
vivendole......."  

Nicole



















Agosto 2018 


Uno poi si stanca
di spiegarsi,
di parlare,
di cercare in tutti i modi
di farsi capire.
A volte bisogna
semplicemente sorridere
mandare a fanculo.
Charles Bukowski



Poesia dedicata a chi mi ha ferito il cuore uomo ma anche  donna  conosciuti su Libero !



6 commenti:

  1. Attualmente non sono presente, ma non per questo mi dimentico di te, le belle persone entrano silenziosamente nel cuore, tu sei dentro il mio. Lieta giornata e un abbraccio di bene...^^

    RispondiElimina
  2. Ciao caro Vittorio , sono andata via , ma sono Rimasta quì , non per tutti ,ma per chi sa com'e' la mia Anima , sa che non ci si allontana mai da chi hai deciso di far entrare nel Cuore.
    E tu ne fai parte , grazie di tutto , ti abbraccio con tanto bene. Buona giornata anche per te Amico caro.

    RispondiElimina
  3. Ed è in te che devi continuare a credere senza smettere mai .Io Ci credo *__*Grazie cara *_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si cara Vichy , non e' facile sai , spesse volte mi demoralizo , ma poi bastano delle buone parole , come quelle che mi hai donato sempre Tu e altri Amici splendidi , ed allora ricomincio a credere in Me.
      Grazie dal cuore un abbraccio grandissimo.

      Elimina
  4. Tocchi corde che ancora vibrano mentre tu scrivi quelle parole e che io leggo.
    L'asfissia che si prova nell'incomprensione attraverso la distanza sempre più lontana e sbiadita rarefacendo la nitidezza dei colori che hanno contraddistinto certi giorni e tali momenti che mai potranno essere dimenticati perché sono saldamente depositati nell'area più profonda ed intima in noi.
    Comprendo il tuo scritto e le parole che gridano parole ma se anche il tempo non possiede la forza di allontanarci da quei luoghi del ricordo, noi dobbiamo e possiamo muovere i passi, come stai facendo tu, bene, percorrendo ibridi labirinti che appaiono oscuri ed impenetrabili ma che portano al respiro. Di un'aria mai nuova, di sicuro più fresca e frizzante.

    In un luogo, questo, che non considero un post, come genericamente si potrebbe definire ma in un ambito di cui hai fatto partecipi noi e che racconta di silenziose emozioni davanti alle quali ci si sta, come quando si osserva un quadro, nel museo più importante del mondo.


    Uomo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci sono parole che non escono in questo momento , non e' la stanchezza o l'ora tarda , e' di piu' , è restare con il Cuore in gola , in un battito che difficile fermare per l'Emozione leggendo il pensiero bellissimo che mi hai donato caro Gianni ....
      Dal Cuore grazie infinite , un abbraccio per una dolce notte.
      Rosy

      Elimina