28 aprile, 2018

Controluce



Mettimi in controluce
Vedrai poesie.
Attraversami nel buio.
Vedrai la luce.


*******
- Edward Young-

























Controluce dietro la finestra di casa attraverso la 

tenda si può immaginare un mondo , quello più 

vero e intimo, dove  ci si spoglia delle nostre

fatiche quotidiane, tristezze, paure , debolezze 

ed è proprio la sera che ci accoglie nel nostro

nido che sia d'amore o di solitudine , il nostro

vivere quotidiano lo lasciamo fuori.

E ne resta soltanto un contorno sfocato, come

chi non ci ha mai capito e lo lasciamo sospeso

nel suo vivere ma fuori dal nostro Cuore . ( è

difficile ma ci proviamo)

E mi lascio avvolgere da pensieri  , svestita 

degli abiti sgualciti e vestita del mio Io che 

mi coccola nella bellezza della mia anima.




E...ritorna prepotente in questa sera , lo sforzarmi di

provare a capire , ma ancora tanto il mio Cuore è in

conflitto con la mente ,è qualcosa di molto profondo

da leggere nel buio dell'Anima. Forse una ferita che 

non si cicatrizzerà mai ed attende di essere curata o 

una favola che vorrei raccontare di te e di me ,come

un vuoto da riempire,un sogno da costruire,un amore

da inventare nello spazio segreto di quell'orizzonte 

imprevisto che si delinea sottovoce ...controluce...

Ed indosso un silenzio , rilassante , trasparente ...

lucido come la seta che mi avvolge ..buonanotte.






Semplicemente Donna

























E mentre per tutto il giorno neppure guardiamo

da quelle parti,

la notte,

quando la luce si accende e "brilla,

sola nel mezzo alla città che dorme,

una finestra, come una pupilla"

Giovanni Pascoli 



4 commenti:

  1. Dedicata a te.

    "CONTROLUCE" Di Elisabetta Fabbri.

    Incaute parole
    dallo strillo al pianto
    affiorano lente
    dal cuore alla mente.

    Raccontano
    lievi sogni di vita,
    emozioni del cuore
    che esplodono ora
    spogliate da veli
    neri di paure.

    Incogniti equilibri
    si fondono
    tra le anime ritrovate,
    si rafforzano nel loro essere
    sublimando
    armonie indivisibili
    ed eterne
    riscoperte adesso
    sotto questo cielo
    dove l' Amore
    riflette in controluce.

    Buona notte cara Amica^___^ Alvaro.

    RispondiElimina
  2. E' bellissima questa poesia , dolcezza , sentimento , essenza che fa emergere dalle parole un'anima che ama , ma che spesso non è amata in egual misura...

    Grazie Amico caro ti lascio un grande abbraccio con affetto .

    Rosy

    RispondiElimina
  3. Prepotente e silenzioso
    si insinua quel desiderio di dire
    per descrivere quei contorni
    perché il mondo sappia
    che c'è stata vita e vita esuberante

    Come un'eco
    quei giorni si riaffacciano
    per spiare i respiri affannosi
    il cuore che pulsa impazzito
    al solo ricordo
    al solo pensare che ci sia stato quel momento

    E come se nulla fosse stato mosso
    tutto immobile nel tempo,
    non allunghi le dita desiderose di sentire...
    per non toccare quei ricordi
    e poter tornare a loro
    ripercorrendo la medesima via
    che ti ha allontanato da lì
    dura come la gelosia
    forte come la passione più inconsapevole

    Il mondo passa affianco
    ma tu sei altrove
    ne senti solo il soffio che lascia
    per quella corsa affannosa
    in cui tu non cadi,
    per restare davanti a quel fuoco
    che crepita ancora
    forse solo per te
    ma il cuore, lui,
    non ragiona mai come vorremmo.


    Uomo

    RispondiElimina
  4. Per quel che mi riguarda , c'è sempre un'infinita lotta tra la mente ed il Cuore.
    La mente riesce a frenare anche le emozioni ... quelle che il Cuore invece si
    bea e le lascia fluire anche se ci fosse dolore .
    Dici bene caro Gianni , nel tuo splendido pensiero , quando scrivi nella chiusa
    finale , che il cuore non ragiona "mai" come vorremmo, già' , lui viene generato
    da impulsi che scorrono dentro noi catturando tutto con amore...

    Grazie della preziosità dei tuoi pensieri .

    Un abbraccio .

    Rosy

    RispondiElimina