08 gennaio, 2019

Il Libro







Il libro è una sana medicina che
riesce con il suo apprendimento 
senza forzatura , a passare dagli
occhi e raggiungere il Cuore,
rendendolo malleabile e più 
umano ,sono fogli di vita 
incancellabili.





















Cosa  può fare un libro? 


"Un libro deve frugare nelle ferite,
anzi deve provocarle .
Un libro deve essere un pericolo."
Scrive Emil Cioran

Non sono d'accordo sul fatto che lo scopo di un libro 
sia creare un effimera illusione, sono propensa a credere 
(e parlo per la mia modesta esperienza) che un libro 
apra nuovi orizzonti, liberi la mente da convenzioni e 
pregiudizi, crei dei quesiti, lanci degli spunti. 
Vi faccio un esempio per cercare di farmi capire meglio. 
Il primo libro importante che ho letto all'età di 11 anni
era un libro sui Faraoni dell'antico Egitto. 
Quella lettura mi affascinò a tal punto che, assieme a
mio fratello , iniziai a scavare nei campi di mio nonno. 
Un vero e proprio scavo archeologico. 
Il territorio dove ha abitato lui  è notoriamente ricco di 
reperti risalenti ai paleoveneti.
Sono passati molti anni da allora ma il mio amore per 
l'archeologia è rimasto tale. Peccato che sia rimasto
in un cassetto di sogni ancora da realizzare . Ma amo
l'arte e tutto quello che la raffigura e sa creare modellando
con le proprie mani i vari soggetti  .
Ma una volta chiuso il libro cosa succede?
Forse il sogno  si dipana e la certezza torna 
tale e quale? 
Vi dirò che non so quanto sia profonda la palude finché 
non l'avrò attraversata, però posso intuirlo... senza 
dover compiere il passo.
E aspetto chissà quando  , di riaprirlo quel bel libro 
dei Faraoni .
E questa è la grande magia della lettura, viaggiare 
pur restando fermi,immedesimarsi a tal punto da sentirsi
in sella a quel cavallo, che corre libero per le praterie,
o quelle nuvole che disegnano il cielo sospinte dal vento,
ed essere ogni giorno un personaggio diverso. 
Affascinata dal bellissimo romanzo " Jane Eyre "( che ho 
messo con cura  in un armadio dove ho tutti i libri
letti nella mia adolescenza e oltre . 
Per immedesimarsi in Lei bisogna avere la capacità di 
immaginare un mondo ridotto allo spazio del romanzo e 
con una storia e un tempo che sono quelli creati 
dalla scrittrice Charlotte Brontè.









"Non sono mai stanca della compagnia di Edward,nè egli

della mia, come non si può esserlo dei battiti del proprio
Cuore ,e perciò siamo continuamente insieme . Essere 
insieme equivale per noi a sentirsi al tempo stesso liberi
come in solitudine e lieti come in compagnia.
Parliamo, credo, tutto il giorno ; e parlare tra noi non è
altro che un modo più animato e percepibile di pensare."

Dal romanzo  " Jane Eyre "








 E voi avete  in mente qualche personaggio letterario nel


quale vi siete immedesimati cosi' tanto e che vorreste 



essere stati o aver vissuto nel suo periodo  ?

Buona Lettura 




Semplicemente Donna 



































Apri tutti i libri che vuoi , sfogliali,
leggine i contenuti , immedesimati
nei loro racconti più diversi , ma il
libro della tua vita aprilo solo a 
poche persone , in quanto soltanto 
una piccola parte di esse ne capisce
realmente il contenuto , ed è 
interessata ,tutte le altre sono 
solo Curiose.














8 commenti:

  1. Carissima Rosy! Come stai?
    Ancora augurissimi di Buon Anno!
    Senza libri non potrei vivere, come sempre hai scritto una meraviglia!
    Un abbraccio forte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara Diana , felice di leggerti , grazie degli Auguri , sia anche per te un Buon Anno di serenità.
      Dici bene che senza libri non potresti vivere :) anch'io li adoro .
      Grazie del tuo bellissimo pensiero un abbraccio .
      Buona serata
      Rosy

      Elimina
  2. Un bel post.
    Se mi credi mi sono impersonata nei personaggi descritti nei miei romanzi. Ho faticato, infatti, a “lasciarli andare. Dopo la pubblicazione, non sono più miei. Buona giornata.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara sinforosa , detto da una grande scrittrice come te è un bellissimo complimento , grazie di Cuore .
      Un abbraccio per una buona serata
      Rosy

      Elimina
  3. Ma cosa trovasti nel terreno di tuo nonno?
    La passione per la lettura è sicuramente più comune di quella per l'archeologia. Quindi spero che coltiverai entrambe, nei tempi giusti.
    Non saprei dirti se mi è mai capitato di immedesimarmi nel protagonista di un libro, perché mentre ne leggo uno mi calo sempre nella parte, ma poco dopo tendo a dimenticare.
    Un bacio e buon anno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara Claudia , guarda ad essere sincera non lo ricordo per questo non l'ho scritto , ero una bimba ed ero al paese dei miei nonni nelle terre dei miei nonni della Lessinia .
      Grazie del tuo pensiero , un abbraccio per una buona serata e buon Nuovo Anno che rinnovo sia sereno per te ed i tuoi cari.

      Rosy

      Elimina
  4. Ciao, condivido i tuoi pensieri esposti riguardo il valore che ha una lettura.
    Come dici"è una vera medicina" per il corpo e per la mente.
    Un caro saluto
    Rachele

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara Rachele , grazie del pensiero che mi hai donato.
      La lettura è proprio così .
      Un abbraccio buona Domenica
      Rosy

      Elimina